Vogliam vedere il mago, il celebre mago di Oz:

così recitava la canzone della sveglia mattutina che ogni giorno ci dava la carica. Il 17 luglio, infatti, i bambini della quarta elementare sono stati travolti da un uragano che li ha trasportati nel mitico regno del mago di Oz. Durante la settimana abbiamo accompagnato Doroty lungo il sentiero dorato e abbiamo incontrato e conosciuto i suoi amici: l’uomo di latta, il leone e lo spaventapasseri e ognuno di loro ci ha dato spunti per riflettere; durante i nostri momenti di riflessione abbiamo parlato di intelligenza, coraggio, amore, scelte e punti di vista delle persone.

Il nostro gruppo era formato da quattro squadre: l’est, l’ovest, il nord e il sud contrassegnate dai foulard colorati. Durante i giochi pomeridiani e serali le squadre si sono sfidate leggendo mappe, dimostrando il loro ingegno in quiz, cercando Doroty per aiutarla ad andare dal mago, ballando e cantando a tutta musica, sfilando in pigiama, guardando il richiestissimo film “Cattivissimo me 2”, lanciandosi in picchiata lungo il mitico scivolo e tirando gavettoni durante i giochi d’acqua.

A metà settimana è giunta l’ora della poco amata gita, tuttavia è stata una bella giornata dove ci siamo divertiti con i bans proposti da don Luigi, circondati dal panorama del Vignola. Dopo la doccia era rimasta ancora qualche energia e quindi non poteva mancare la seduta dalla parrucchiera, dove animatori e bambine si dilettavano in pazze acconciature e asciugature.

Nel tempo libero ci siamo tutti fatti coinvolgere dall’entusiasmo dei bambini che si sono trasformati in piccoli geometri realizzando numerose casette nel boschetto vicino alla baita Ci siamo scatenati in balli di gruppo, partite a calcio e calcetto, sfide al gioco dell’assassino, diventato un appuntamento fisso delle nostre giornate, numerosi canti di gruppo e migliaia foto con il nostro bastone del selfie.

Nonostante tutto questo divertimento non sono mancati i momenti di preghiera e i deliziosi pasti preparati dalle nostre gentilissime cuoche e ricordiamo in particolare la cena “Verde”, grazie alla quale ci siamo immersi completamente nella storia del mago di Oz.

Se dovessimo riassumere il nostro campeggioin una frase utilizzeremo quella composta dalle squadre, che riassume lo spirito e il messaggio della storia di Doroty. Durante i giochi infatti la squadra vincitrice otteneva un pezzo della frase e, alla fine della settimana, le squadre unendo le loro forze hanno trovato la frase: “Nessun posto è bello come casa mia”. Grazie a tutti i bambini, le cuoche e le persone che hanno contribuito a realizzare e organizzare questa meravigliosa settimana.

Gli Animatori

GALLERIA FOTOGRAFICA

Categorie: 2015Campeggi

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *